La scienza a supporto del giovane calciatore.

“Strutturare una progressione didattica che produca, nel corso degli anni, delle memorie a lungo termine sinergiche a livello corticale e subcorticale negli atleti, necessita di competenze e approcci scientifici.
I progressi e l’evoluzione calcistica di un bambino, non dipendono tanto dai minuti della seduta di allenamento, ma dalla qualità proposta in questi minuti e dalla sinergia fra gli stimoli proposti: è il “come lo fai” che trasforma un bambino, in un giocatore di calcio”.

Francesco Serra,
Resp. Tecnico e CEO Brain Ball Lab Football Cognitive Training.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...